Il Metodo 3T e la sfida della gratitudine di Maggio

Come coltivare la gratitudine, anche quando tutto sembra andare per il verso storto?

Quando proprio non riesci a vedere neanche un motivo nella vita per ringraziare?

Queste sono alcune tra le domande più frequenti che ricevo dalle persone che, oattraverso i libri Dillo con un grazie e sii felice o Il metodo 3T, oppure attraverso i corsi dal vivo

(a proposito hai già fatto un pensiero per partecipare al mio primo Tour della gratitudine?).

L’argomento è tra i più “caldi”, quando si tratta della pratica della gratitudine.

Ed è qui che vorrei portare la tua attenzione.

Come ogni strumento di crescita personale, l’elemento che fa la differenza è proprio la PRATICA.

Nel caso della gratitudine, è un processo a cui ti invito a dare una grande fiducia.

L’importante è iniziare il cammino.

Proprio per ampliare il mio percorso e, nello stesso tempo, sostenere chi, ad un certo punto del proprio cammino di vita, sente il richiamo della gratitudine

(magari non sa da dove iniziare.oppure desidera approfondire l’argomento)

da quest’anno ho intrapreso le “sfide mensili della gratitudine tematiche”.

 

La Sfida della gratitudine del mese di maggio 

Il mese di aprile è stato dedicato al tema dei libri.

Insieme, nel gruppo Facebook “Dillo con un GRAZIE e sii felice con il Metodo 3T”, ci siamo soffermati per 21 giorni con un video in diretta sulle parole che i libri ci suggerivano.

Perchè proprio i libri?

E’ stato il modo per prepararci alla Giornata Internazionale del libro e del diritto d’autore, celebrata il 23 aprile.

La condivisione di un cammino di crescita personale o di una sfida è, secondo me, un modo importante per accelerare il processo di crescita e per sentirsi maggiormente coinvolti in un progetto comune.

Quante volte capita di iniziare un qualcosa e poi “sentirsi soli” o senza motivazione.

Nel gruppo, come in una famiglia, si può trovare il sostegno e l’incentivo per andare avanti, per migliorarsi, per offrire sostegno.

Si crea una armonia tra i partecipanti.

Allora proprio perchè nel gruppo si ci sente come in una famiglia, il tema della sfida della gratitudine del mese di maggio è proprio la famiglia.

La famiglia, il cuore della società

Anche se ormai  il mondo è letteralmente nelle nostre mani,

“Nonostante le famiglie di tutto il mondo siano cambiate molto negli ultimi decenni in termini di struttura e a causa di tendenze globali e cambiamenti demografici, le Nazioni Unite riconoscono ancora la famiglia come l’unità fondamentale della società.

La Giornata Internazionale delle Famiglie offre un’opportunità per promuovere la consapevolezza delle questioni relative alle famiglie e per aumentare la conoscenza dei processi sociali, economici e demografici che le riguardano.

Ha ispirato una serie di eventi di sensibilizzazione, comprese giornate nazionali dedicate alla famiglia.

In molti paesi, questa giornata rappresenta un’opportunità per evidenziare diverse aree di interesse e importanza per le famiglie”

(Fonte: https://www.unric.org/it/attualita/32378-giornata-internazionale-delle-famiglie-15-maggio-)

Allora il mio invito, per il mese di maggio è dedicare cinque minuti del tuo prezioso tempo, ogni giorno alla pratica della gratitudine da rivolgere nei confronti della famiglia.

Può trattarsi della famiglia di origine, quella che hai creato tu, quella in cui ti senti maggiormente accolto…insomma un pensiero, possibilmente scritto, rivolto con gratitudine alle persone che per te 

“significano famiglia”.

Clicca sul pulsante qui sotto per condividere  con il gruppo la  nuova sfida

 

Con questo articolo partecipo al concorso #unblogalmese del mese di maggio 2019 indetto dal blog Trippando

Commenti Facebook

Lascia un commento