Essere il cambiamento: la risposta di Amore e Gratitudine dei meravigliosi cristalli

PER LA RUBRICA DELLA GRATITUDINE oggi è ospite Claudia Palmas

Claudia, ci racconti qualcosa di te e di cosa ti occupi attualmente?

Sono nata a Cagliari, in Sardegna.

Da diversi anni vivo in Svizzera, a Zurigo.

Mi occupo di temi legati al risveglio spirituale, all’educazione umana e alla tutela ambientale.

La mia formazione si sviluppa sin dalla tenera età sulle tematiche inerenti l’ingegneria ambientale e la pianificazione del territorio, per poi intrecciarsi con gli aspetti della consapevolezza del Sé interiore.

Nel 2014 ho fondato un’associazione di volontariato “Essere il Cambiamento” per manifestare, attraverso attività e progetti , l’integrazione e l’armonizzazione dell’essere umano alla natura.

Tramite l’associazione operiamo in Italia e all’estero per portare maggiore consapevolezza e discernimento su una vita più vera e più autentica, in sintonia con la prosperità della vita sul pianeta.

La “TUA” storia di gratitudine

La Gratitudine nasce come espressione di un sentire interiore, anche a seguito di ricerche personali sugli esperimenti sugli studi dello scienziato giapponese Masaru Emoto, il quale ha dimostrato la capacità dell’acqua di sviluppare cristalli armoniosi e perfettamente geometrici sulla base della vibrazione a cui veniva sottoposta.

Il cristallo che l’acqua manifesta in risposta alla vibrazione “Amore e Gratitudine” è il più bello e significativo.

Riceviamo amore dall’universo e rendiamo grazie per questo dono con gratitudine.

Da queste considerazioni e dalla collaborazione con il dott. Masaru Emoto è nato l’evento della Giornata dell’Amore e della Gratitudine con la meditazione mondiale del cuore e la preghiera di benedizione delle acque del pianeta.

 

Come nasce la scelta di dedicare tanta attenzione alla gratitudine?

 

Durante gli approfondimenti e le meditazioni personali è emerso che l’allineamento vibrazionale alla gratitudine è essenziale per lo sviluppo e l’armonizzazione del femminino sacro, presente in ciascuno di noi.

Nel momento in cui ringraziamo, restituiamo fluidità alla nostra esistenza, accogliendo gli avvenimenti e le situazioni della nostra vita con il giusto atteggiamento, ascolto interiore e centratura rispetto a tutte le forze che agiscono in quel preciso momento.

Attraverso la gratitudine l’energia fluisce dal centro del nostro cuore e si espande in tutti coloro con cui entriamo in contatto e con l’universo intero,

generando nuove possibilità di creazione consapevole nel perfetto fluire dell’esistenza.

Hai ricevuto qualche ispirazione particolare?

 

Si, la respirazione dell’amore e della gratitudine per esprimere l’allineamento interiore di alta vibrazione attraverso il respiro.

Inspiro amore ed espiro gratitudine…

ricevo l’amore dai raggi del sole o dalla pioggia o semplicemente dall’aria, dal soffio vitale,

che mi attraversa

e rilascio la gratitudine dal centro del cuore per rimanere sintonizzata ad una frequenza più elevata.

Nella presenza del respiro rimango centrata nel tao di amore e gratitudine ed allineata al Sé interiore, creando una vita armoniosa,

tendente all’ordine e all’equilibrio.

 

Qual è il valore aggiunto che la gratitudine ha conferito alla tua vita? In cosa hai percepito maggiore cambiamento?

 

Il cambiamento lo avverto nella modalità di espressione del mio femminile, il quale rifiorisce nell’espansione della gratitudine dal centro del cuore.

In ogni qui e ora, l’allineamento alla gratitudine cambia sulla base dell’apertura interiore.

Non c’è un “grazie” uguale ad un altro.

La parola “grazie” assume la sfumatura vibrazionale del cuore sulla base della capacità di integrare e di armonizzare interiormente le esperienze della vita.

L’integrazione di ogni esperienza avviene al centro del cuore, coerentemente al livello di coscienza di quel momento.

Quali sono state le eventuali difficoltà?

Suggerimenti per superarle

 

Entrare in connessione con se stessi e ringraziare con gratitudine, richiede

-lo sviluppo della fiducia del cuore,

il radicamento alla Madre Terra e

la consapevolezza dell’Unità.

La capacità di ringraziare è quindi strettamente connessa al proprio risveglio spirituale, al “vedere” oltre già che sembra, all’ascolto della propria verità interiore.

I suggerimenti in tal senso sono l’ascolto profondo di se stessi e la pratica di esercizi di meditazione che aiutano nel processo di risveglio.

Esperienze e strumenti che potrei condividere in tal senso sono già disponibili sul nostro sito sotto la sezione

“Lavoro pratico in Sé”.

Cosa pensi delle persone che riescono a coltivare la gratitudine?

 

Le persone che coltivano la gratitudine sono persone fondamentali per la nuova umanità che rinasce da se stessa per portare in essere il femminino sacro a cui armonizzare il mascolino sacro corrispondente.

Il processo avviene interiormente ed esteriormente nella perfetta integrazione degli opposti, nel percorso ricongiunto di evoluzione per il bene dell’umanità e del pianeta.

 

  Quanto è importante trasmettere ai bambini questo sentimento e perché? Strumenti utili…

 

Secondo il dott. Masaru Emoto, educare i bambini in tal senso porta la pace e l’armonia sul pianeta.

Questa visione riflette anche il mio sentire interiore, in quanto i bambini rappresentano le future generazioni.

Molti di loro sono esseri evoluti, incarnati sul nostro pianeta, per portare evoluzione umana.

Queste consapevolezze sono quindi già presenti in loro, si tratta solo di risvegliarle.

Uno strumento utile può essere a tale proposito il libricino realizzato dal dott. Masaru Emoto con le immagini dei cristalli di acqua che rimangono impresse per portare consapevolezza sul potere delle nostre parole, in particolare in relazione all’acqua che incarna la vita stessa.

Un esercizio di gratitudine a cui sei particolarmente legata è…

Tra i temi di creazione consapevole del lavoro interiore ci sono gli esercizi sulla costruzione delle affermazioni focalizzate,

ad esempio: “Io Sono Gratitudine” e poi dallo stato di Essere si creano le esperienze di gratitudine nella propria vita, osservando la propria stessa creazione, la causa e gli effetti che si propagano.

 

Grazie a Claudia per questa bellissima intervista.

L’appuntamento per la diretta con lei è per sabato 27 aprile 2019 alle ore 10.30 nel gruppo Facebook Dillo con un GRAZIE e sii felice.

Entra adesso nel gruppo per seguire questo appuntamento e tante altre esperienze di gratitudine

 

Commenti Facebook

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.