Ecco svelato il collegamento tra Arte, benessere e gratitudine

Nel primo blog-post del nuovo anno, desidero parlarti un pò di me e di come, grazie al potere della gratitudine e al fatto che sono diventata autrice di libri, stiano tornando nella mia vita alcuni elementi che ormai credevo appartenessero alla storia di vita passata.

Vero che non sono una fautrice dei “ritorni di fiamma”.

Solo che alcune cose tornano nella vita, anche se sotto altri aspetti.

Da ragazza sono sempre stata molto appassionata di colori e di disegno e poi, come capita spesso, ho compiuto scelte scolastiche che mi hanno allontanata dalla mia originaria passione.

Negli ultimi tempi, invece, mi stanno capitando sotto gli occhi una serie di possibilità tutte legate in qualche modo al campo artistico e di cui ti parlerò nei prossimi giorni.

Iniziamo con la prima.

Questa sera mentre stavo preparando un appunto per il mio intervento al convegno “Medicarte: arte e benessere”, al quale sono stata invitata dall’amica Anna De Rosa,

ho sperimentato nuovamente su me stessa quanto il sentimento della gratitudine apra le porte alla creatività.

Ed è stata naturalmente una conferma per me.

Lo è stata anche la stesura e la pubblicazione del mio libro “Dillo con un GRAZIE e sii felice”

( se hai curiosità e vuoi scoprire la “storia” del libro, puoi farlo leggendo qui ).

Tornando al discorso dei disegni e dei colori, per tanto tempo ho creduto di aver abbandonato del tutto questa parte creativa di me.

Invece mi sbagliavo perchè è cambiato solo il modo in cui la mia creatività si manifesta.

Anche se, lo confesso, sto tornando con i colori e i fogli da disegno in mani,

la scrittura resta la mia principale modalità di espressione di creatività.

 

E di questo sono molto felice e grata.

 

Adesso veniamo al punto del convegno.

 

 

Non nego che all’inizio non riuscivo io stessa a trovare il filo conduttore con il tema del convegno, laddove invece lei e il suo animo nobile e generoso già lo avevano tracciato.

 

“Una vita creativa è una vita amplificata.

Più grande, più felice, espansa, e molto, molto più interessante.

 

Vivere così – portando alla luce costantemente e con caparbietà i gioielli nascosti dentro ognuno – è un’arte raffinata di per sé.

 

Perché la vita creativa è dove risiede la Grande Magia”, dice Elisabeth Gilbert.

 

E allora ecco il collegamento con la gratitudine.

 

Più si è grati, più si è in collegamento con la creatività.

Più si è creativi, più si riesce a manifestare la bellezza in ogni forma d’arte.

E l’arte, come dice Anna De Rosa è sintomo di benessere.

E noi siamo chiamati ad esprimere la nostra vita nel benessere e nell’amore, provando gratitudine per il dono più grande che abbiamo ricevuto che è la nostra stessa vita.

 

Vi aspetto il 15 gennaio dalle ore 16.30. presso Palazzo S. Agostino, a Salerno, insieme a eccelsi relatori per condividere un momento di riflessione sul tema “Arte e Benessere”.

 

E, a proposito di creatività e gratitudine,   se ancora non lo hai fatto,

scarica i regali di gratitudine che ho preparato per i miei lettori da qui ed inizia con me il tuo cammino di gratitudine.

A presto.

Anna Katia

 

Commenti Facebook

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.