CHI SONO

Un “pezzo” della mia storia

Oggi sono Autrice, Mentore e Messaggera di Gratitudine.

Di certo 40 anni di vita ( in verità anche un pò di più ma, per comodità, dico 40) non possono essere riassunti in pochi clic di tastiera.

Ti parlerò di alcuni momenti del mio cammino che hanno rappresentato dei momenti di svolta importanti.

Una prima fase del cammino è stata caratterizzata da quello che definisco il

“FARE perchè così si fa”,

(Ho preparato un’altra pagina in cui puoi leggere una parte del mio Curriculum Vitae)

pur sentendo dentro di una voce che ogni tanto cercava di venire fuori perchè non si sentiva in sintonia con quel fare e che io puntualmente mettevo a tacere.

Dopo varie esperienze professionali, avevo scelto di accettare una nuova proposta lavorativa che  mi entusiasmava e che mi avrebbe impegnato  per un periodo di tempo determinato.

Durante quel periodo avevo avuto modo di riflettere sulla mia vita in generale, ed ero giunta alla conclusione che fosse  arrivato il momento di tirare le somme ed “aggiustare il tiro”.

Mi ritrovavo

  • con una “sofferta” laurea in giurisprudenza con annessa pratica, che non ero riuscita a sfruttare a pieno professionalmente;
  • con una vita personale inesistente (mi ero buttata a capofitto nel lavoro, senza pensare a costruire una relazione stabile e senza coltivare più nemmeno le mie amicizie e i miei familiari);
  • con il morale in certi momenti a “pezzi”, anche perché mi sentivo incapace di portare avanti una relazione.

Mi sono spesso sentita confusa, frustrata, insicura, ma ormai consideravo  la mia situazione insopportabile e non intendevo più tollerarla.

(non è che avevo l’autostima bassa, non sapevo proprio che esistesse la parola “autostima”).

Quando ti accorgi che stai precipitando nel baratro

(o già ci sei), quando davanti a te non riesci a pensare o

a progettare un futuro, puoi scegliere se continuare la caduta fino in fondo oppure reagire in qualche modo.

Io ho scelto di reagire, crescere ed assumermi la responsabilità della mia felicità.

Così sono andata alla ricerca delle soluzioni che potessero fare al caso mio per aiutarmi a superare le mie difficoltà e, man mano che sono andata avanti nel percorso di crescita, ho capito che prima di ogni relazione esterna a me, la relazione che avevo da coltivare era quella con me stessa.

 

La scelta

 

Ho scelto di reagire, di aprire una nuova porta e, soprattutto, di smettere di interpretare il ruolo vittima della situazione.

Ho iniziato a studiare materie nuove per me, ricercare, frequentare corsi di formazione, in lungo e in largo in Italia

Soprattutto, ho messo in pratica: non volevo finire col frequentare corsi e poi non attuare alcun miglioramento concreto nella vita.

Ciò che mi interessava capire era come potevo essere più FELICE ed avere anche relazioni personali più pacifiche e, in particolare, una relazione di coppia felice, in cui potermi sentire in armonia. 

Dietro la mia “apparente” sicurezza si nascondeva tanta paura ed avevo deciso di trovare il modo di liberarmene

Affrontare la paura per liberarsene

I miei recenti risultati importanti

Da queste esperienze, ho dedotto che se potevo allenarmi in un nuovo studio, in nuove abilità e nello sport,

avrei potuto allenarmi anche a vincere le mie paure ( parlare in pubblico e soprattutto dire di “No”) e i miei auto-sabotaggi,

imparando a evitare di perdere tempo.

Il mio incontro con le arti marziali

Anche se adulta, mi sono appassionata alle arti marziali (il kung-fu), e, nel giro di pochi mesi,

ho avuto il coraggio di presentarmi alle prime gare, facendo il meglio che potevo – naturalmente per me avevano significato particolare,

dal momento che mai mi sarei immaginata in una competizione sportiva.

Man mano che passava il tempo, unendo ciò che avevo imparato sull’atteggiamento mentale con la pratica delle arti marziali, mi sentivo sempre più sicura e coraggiosa.

Sentivo che potevo dare una nuova possibilità anche al mio cuore (ferito altre volte) di aprirsi a nuove possibilità.

Infatti, ho anche incontrato l’uomo che oggi è mio marito e padre della “mia bambina (metto mia tra virgolette perchè su questa cosa ho una idea tutta mia che poi scoprirai).

Grazie a lui ho progettato anche un Protocollo che unisce i principi delle arti marziali più significativi per me con gli studi sull’aspetto mentale, che aiuta, in particolare le donne, a sviluppare alcune skills per aver maggiore coraggio e sicurezza ( ma questo è un altro capitolo).

Attualmente da un punto di vista sportivo, cammino tanto (la camminata della gratitudine è al primo posto) e corro.

Una delle mie maggiori sostenitrici è naturalmente la nostra piccola.

Seguimi perchè adesso voglio svelarti quale è stato l’elemento che mi ha completamente trasformato.

Ad un certo punto , ho sentito un forte richiamo verso il tema della gratitudine e, dopo aver  intrapreso un cammino di introspezione personale, ho sviluppato una metodologia, pratica ed essenziale, che permette di coltivare la gratitudine ogni giorno e in ogni circostanza, per costruire quei famosi “ponti” nelle relazioni.

Ed è ho scelto di farne la mia missione di vita professionale.

Credo che siamo nati per vivere relazione con gli altri ma spesso non si riesce a viverle in  modo sereno ed armonioso.

Pur avendo raggiunto traguardi importanti nello studio, nel lavoro e nello sport, capita di non sentirsi realizzati ed appagati anche nella vita di coppia.

Si avverte il desiderio di miglioramento, di trasformazione, e di mettere fine al proprio senso di solitudine e si è in cerca di punti di riferimento.

Oggi sento di poter essere un punto di riferimento per chi intende

  • mettere fine ai conflitti e al senso di solitudine
  • crescere e valorizzarsi, in modo da essere più efficaci nelle relazioni di coppia

Ponendo la gratitudine prima di tutto, si diventa più belli e più felici nelle relazioni, grazie al suo potere.

 

Più ringrazi e più aumenta la gioia di vivere.

Più ringrazi e più vivi in pace ed armonia.

Ritengo la gratitudine, definita da Cicerone, “madre di ogni virtù” , la chiave di volta nella vita, l’elemento essenziale per costruire un ponte nelle relazioni.

Coltivando la gratitudine, ad iniziare dalla relazione con se stessi,  si giunge, come conseguenza, ad un evidente miglioramento nella relazione di coppia.

DAL FARE ALL'ESSERE

Ad un certo punto, una voce interiore...

IL PRIMO  LIBRO NON SI SCORDA MAI

Grazie al percorso dedicato alla pratica della gratitudine, ho anche  realizzato un nuovo sogno: la pubblicazione del mio primo libro.

“Dillo con un GRAZIE e sii felice – come coltivare l’arte della gratitudine per costruire la tua felicità ogni giorno”.

Ed è stato da qui che ha avuto inizio ila mia missione di messaggera di gratitudine, per aiutare le persone ad essere felici nella vita, con chiarezza di obiettivi e migliorare anche in modo efficacie la proprie relazioni.

 

  

 

E neanche il secondo libro...

L’EVOLUZIONE ATTRAVERSO LA GRATITUDINE

Dal primo libro, ho continuato i miei studi e le mie applicazioni del potere della gratitudine, anche scegliendo  di rallentare con alcuni dei miei progetti ( tra cui quello di correre la mezza-maratona – ma qui ti racconterò il proseguimento), per dare spazio ad un evento…

direi “l’evento” più straordinario che potesse realizzarsi, cioè la mia gravidanza.

Non è stato un percorso semplice, anzi non sono mancati gli imprevisti ( di cui poi scriverò presto).

Nonostante ciò sono riuscita a pubblicare un secondo libro, in autopubblicazione

“IL METODO 3T: Scopri l’arte della GRATITUDINE attraverso il potere delle 21 parole”.

E’ stata una grande soddisfazione perchè è diventato Best-seller in Amazon.

(da qui puoi anche scaricare i regali che ho preparato e scoprirlo)

 

E la mezza-maratona?

Anche se i 9 mesi di dolce attesa rappresentano il viaggio più straordinario che abbia compiuto e che rimarrà per sempre impresso nel mio cuore (anzi, non vedo l’ora di pubblicare il libro sulla gravidanza), essere riuscita, lo scorso settembre 2018, a portare a termine la prima mezza-maratona rappresenta per me un importante elemento di crescita ed un viaggio nelle mie emozioni.

A riprova che, a prescindere dalle circostanze, si può riuscire a realizzare anche obiettivi che sembrano fuori dalla nostra portata

(ne parlo in modo approfondito anche in questo articolo)

 

E' sempre stato tutto "ROSE e FIORI" per me?

Naturalmente NO, così come so che la vita continua a riservarti sempre nuove circostanze con cui metterti in discussione.

So solo che già essere riuscita a modificare il mio modo di usare le parole, ho cambiato anche i miei pensieri e, di conseguenza anche il mio comportamento è concentrato sul trovare le possibili SOLUZIONI, senza dare spazio alle lamentele ( che non portano da nessuna parte, se non in un circolo virtuoso di nuove lamentele).

E IL RESTO?

Per il resto, per ciò che riguarda la mia vita personale, oltre a svolgere la mia parte da mamma secondo il meglio delle mie possibilità, 

continuo a  coltivare uno stile di vita semplice e felice, cercando il più possibile di trasmettere positività anche agli altri e  ad essere  appassionata di cucina, giardinaggio e lettura.

Mio amico fedele è Billy, il cagnolino Zen, super-allenato, compagno nelle mie lunghe camminate di gratitudine, anche durante la gravidanza.

Senza naturalmente trascurare la mia gattina Selina.

 

Con questa mia presentazione, ho cercato di farti entrare un pò nella mia vita personale per raccontarti, la mia evoluzione che è poi culminata in quella che sento ormai come la mia missione di vita.

Desidero  aiutare anche le altre persone in cammino di crescita e che intendono migliorarsi  facendo un passo ulteriore con il potere della gratitudine.

Lo sviluppo e l’accrescimento di nuovo atteggiamento mentale rivolto al “bello” della vita sarà una delle prime conseguenze dell’applicazione del Metodo 3T e tu puoi iniziare il tuo cammino, conoscendo la magia della parola GRAZIE

  • Più ringrazi e più aumenta la gioia di vivere
  • Più ringrazi e più vivi in pace ed armonia
  • Più ringrazi e più vivi nella pace

 

Se anche senti di voler intraprendere un nuovo capitolo della tua vita e vuoi lavorare con me, io ne sono grata ed onorata. 

Intanto, se vuoi iniziare a coltivare l’arte della gratitudine,  scarica GRATIS il nuovo kit della gratitudine e inizia il tuo cammino con me.

La lettera della gratitudine: una tecnica avanzata

La lettera della gratitudine: una tecnica avanzata Ho da poco dato vita ad un nuovo progetto di applicazione di una tecnica avanzata di gratitudine.♥ Per quanto sia avanzata, prevede una attività più unica che rara, considerando i tempi veloci e tecnologici di oggi. Eppure ha una potenza incredibile e vale la pena prestare attenzione! Ho

Leggi Tutto »

Ho detto SI alla gratitudine e nelle difficoltà come faccio?

Tante volte mi è stato chiesto. Ho deciso di rispondere a questa domanda in modo approfondito, attraverso un WEBINAR. Ho detto SI alla gratitudine e nelle difficoltà come faccio? è il WEBINAR GRATUITO che terrò stasera,venerdì 7 giugno, alle ore 21. Illustrerò quello che “sta dietro” alla capacità di restare nella gratitudine, anche quando è

Leggi Tutto »

Dal senso di mancanza alla gratitudine. intervista a Rita Podda

Come nasce la scelta di dedicare tanta attenzione alla gratitudine?  Nasce per una mia vera e proprio esigenza personale. Mi sembrava che nella mia vita mancasse qualcosa. In un periodo di tristezza che definirei “immotivata”, sono andata a cercare nel web tutto ciò che di positivo potesse offrirmi. Mi sono imbattuta nella pubblicità di “Dillo

Leggi Tutto »