I 100 passi di gratitudine di Einstein

Sai che Einstein è anche il genio della gratitudine?

 

Pensando alla parola "genio" in automatico mi viene da pensare ad Einstein.

Genio indiscusso nel campo della tecnologia, della scienza, della vita di ogni giorno, ho scoperto che affermava sempre che il segreto dei suoi successi risiedeva nella sua pratica quotidiana della gratitudine.

Ripeto a me stesso un centinaio di volte al giorno:

la mia vita interiore ed esteriore dipende dall'operosità di altre persone, vive o morte che siano.

E devo sforzarmi di dare agli altri in misura pari a quanto ho ricevuto e continuo a ricevere."

E di sicuro ha saputo portare uno straordinario contributo all'umanità, sia nella quotidianità

(preferiva, ad esempio, dare lezioni ai giovani, piuttosto che partecipare alla vita mondana), che nell'ambito delle sue scoperte.

infatti diceva:

"Ci sono due modi di stare al mondo:
Possiamo vivere come se nulla sia un miracolo oppure scorgere un miracolo in ogni cosa".

100 passi di gratitudine

Prendendo spunto dai suoi insegnamenti, oggi ho voluto dedicare il mio video-esercizio ( che trovi in fondo all'articolo) ai 100 passi di gratitudine, immaginando che fosse proprio lui a proporli.

Così come lui stesso aveva improntato il suo cammino di vita alla gratitudine, oggi ti propongo di fare 100 passi, durante i quali pronunci la parola magica

L'idea è nata dalle richieste di   molti per mettere in pratica la gratitudine nel modo più SEMPLICE possibile.

Attenzione alle parole!

Come suggerisco nel mio ultimo libro "Il METODO 3T", le parole hanno una grande importanza e mai vanno date per scontate.

Anche in questo caso, ho detto "Semplice" (e non facile), proprio per sottolineare il fatto che è comunque necessario che tu agisca, se davvero vuoi intraprendere un cammino di gratitudine verso la tua felicità.

L'importante è iniziare.

Parlando di PASSI, è importante, come si dice 

"FARE IL PRIMO PASSO" ed i successivi saranno una gradita sorpresa.

Non preoccuparti se all'inizio dell'esercizio non ti sentirai "più grato/a del solito.

Tu continua e sii costante perché i benefici (ti invito a leggere da qui anche il precedente articolo in cui trovi elencati i più importanti) legati alla pratica della gratitudine non mancheranno a venire.

TI FACCIO UN AVVERTIMENTO IMPORTANTE!

SE DECIDI DI INIZIARE QUESTO PERCORSO, FALLO COL CUORE E DEDICA ANCHE SOLO UN MINUTO DELLA TUA GIORNATA.

I passi possono anche non essere 100 ma almeno 21, così come suggerito dal mio "METODO 3T".

E se proprio non vuoi camminare, inforca la tua bicicletta e fai proprio come Einstein

 

In fondo la vita  è come andare in BICICLETTA: se vuoi stare in equilibrio, devi muoverti

Potrebbe essere lo spunto per una bella pedalata della gratitudine...che ne dici?

Condividi l'articolo e scrivimi tra i commenti i tuoi progressi.

Grazie, grazie, grazie

Anna Katia

Commenti Facebook

Lascia un commento